DOMENICA 7 LUGLIO 2019

Con questa escursione Boschilla vi condurrà nell’alta valle del Santerno, una delle valli dell’Appennino protagoniste del nostro film “Entroterra. Memorie e desideri delle montagne minori”. Sarà dunque un’escursione che ci porterà ad approfondire il tema dello spopolamento e dell’abbandono toccando con mano i tanti esempi che incontreremo lungo il nostro percorso. Sarà anche un’ottima occasione per una rinfrescante pausa dall’afosa estate cittadina, tra boschi fitti, cascate e corsi d’acqua.

PER INFO E PRENOTAZIONI
Andrea 3281333052
Riccardo 3465155272

 

CARATTERISTICHE TECNICHE
Lunghezza: 15 km
Dislivello: 700 m
Difficoltà percorso: E (escursionistico medio)

 

PARTENZA: ore 9:30 Casette di Tiara (FI)
ARRIVO (previsto): ore 18 Casette di Tiara (FI)

 

COSA PORTARE:
2 litri di acqua, scarpe da trekking, zaino con pranzo al sacco, crema solare, cappello o bandana antisole, costume da bagno.

 

PREZZO: 10 euro a persona
Il prezzo comprende l’accompagnamento GAE, non comprende il pranzo a sacco.

 

DESCRIZIONE PERCORSO

La nostra escursione si svolge in una zona di confine tra Toscana ed Emilia Romagna, lì dove il crinale appenninico si abbassa bruscamente toccando le sue quote più basse e favorendo un’incredidibile diversità antropica e naturale: una montagna minore per eccellenza, ricca di storia e poco interessata dai processi turisitici. L’Alta Valle del Santerno è stata uno dei punti dell’Appennino in cui si è combattuto più ferocemente durante la Resistenza: i tedeschi avevano scelto il fiume Santerno per organizzare le difese della Linea Gotica e di conseguenza un gruppo di partigiani numeroso e agguerrito si radunò proprio tra questi boschi. L’escursione partirà da Casette di Tiara, un piccolo borgo vissuto ormai da una decina di abitanti che oggi rischia di scomparire. Vedremo questo paese in un momento particolare, nell’unico giorno dell’anno in cui torna a rivivere grazie ad una festa che porta quassù vecchi abitanti e nuovi turisti. Attraverso un percorso panoramico giungeremo sui crinali a quota 1000 metri, realizzando delle piccole soste in cui ascolteremo le storie della resistenza partigiana direttamente dalla voci dei protagonisti, raccolte durante le nostre ricerche. Tra borgate abbandonate e vecchi castagneti rinselvatichiti vedremo gli effetti che lo spopolamento ha prodotto in questo territorio, interrogandoci sulle sue prospettive presenti e future. Dopo una sosta per il pranzo, ridiscenderemo verso una valle selvaggia e preziosa per la biodiversità. E qui trascorreremo il pomeriggio rilassandoci insieme tra le impetuose acque del torrente Rovigo: portate il costume perché ci saranno diverse occasioni per farsi il bagno tra cascate e pozze cristalline! Tuttavia, l’escursione sarà anche un’occasione per riflettere sui pericoli che incombono su questi luoghi, tra cave e tunnel dell’Alta Velocità, e su come la modernità abbia trasformato il volto di queste montagne. Infine un comodo sentiero, che percorre tutta la valle e costeggia il torrente Rovigo, ci riporterà a Casette di Tiara dove chi vorrà potrà godersi la festa del paese. L’escursione è semplice ma richiede un minimo di allenamento: ci sarà da camminare anche se i contenuti storici e naturalistici saranno al centro della giornata. Il passo sarà come al solito lento e attento a tutte e tutti.

 

REGOLAMENTO

N.B. – LA PARTECIPAZIONE ALL’ESCURSIONE IMPLICA L’ACCETTAZIONE DEL PRESENTE REGOLAMENTO.

1) L’escursione è aperta a chiunque. Accettando il presente regolamento, il Partecipante dichiara sotto la propria responsabilità di essere in buona salute e in una condizione psico-fisica idonea alla pratica, come specificato dal grado di difficoltà nel relativo programma di escursione. Dichiara inoltre di aver fornito alla guida ogni eventuale informazione utile alla corretta valutazione della propria idoneità. La Guida inoltre non è abilitata a ricorrere a pratiche di profilo medico.
2) I partecipanti sono tenuti a:rispettare l’orario di inizio dell’escursione e il programma stabilito, adeguandosi alle eventuali variazioni apportate dagli Accompagnatori; possedere abbigliamento e attrezzatura adeguati alla pratica di trekking; rispettare le disposizioni impartite dalle Guide; seguire il percorso stabilito senza allontanarsi dal gruppo; gestire i propri rifiuti fino agli appositi cassonetti affinché l’ambiente venga lasciato senza tracce, oltre a non raccogliere fiori, piante o erbe protette. Ogni partecipante è personalmente responsabile di eventuali comportamenti rischiosi per sé e per gli altri, in particolare nel caso in cui dovesse prendere iniziative personali nonostante il parere contrario della Guida.
3) L’attrezzatura obbligatoria e consigliata per la pratica escursionistica è consultabile nel programma di escursione relativo all’evento. I clienti non adeguatamente equipaggiati potrebbero, a giudizio insindacabile della Guida, essere esclusi dall’escursione direttamente sul luogo della partenza.
4) Il Partecipante che voglia partecipare accompagnato dal proprio cane ha l’obbligo, in fase di prenotazione, di comunicare alla guida la presenza dell’animale, per valutare l’idoneità e le modalità di partecipazione. La mancata comunicazione della partecipazione del cane o la mancata ottemperanza alle disposizioni atte a controllarlo, possono prevedere l’esclusione del Partecipante dall’escursione, anche al momento della partenza.
5) Nel corso dell’escursione verranno effettuati scatti fotografici e/o riprese video che possono essere utilizzati ai soli fini di pubblicità e documentazione dell’evento su siti di pubblico dominio. Di conseguenza, chiunque non voglia comparire nei suddetti canali di comunicazione è in diritto di richiederlo alla Guida.
6) La quota di partecipazione comprende esclusivamente il servizio di accompagnamento e di guida. In caso di condizioni climatiche avverse o di qualsiasi impedimento, la Guida può decidere
autonomamente ed in qualsiasi momento l’annullamento del programma. La partecipazione alle nostre escursioni comporta la presa visione e l’accettazione incondizionata del presente regolamento. Si declina ogni responsabilità per incidenti che potrebbero verificarsi prima dell’inizio o dopo il termine della escursione.